Graffiami

lunedi sera martedi notte
conto le ore passate lontano
mercoledi sempre giovedi ovunque
quanta fatica dolore furore
venerdi poi
l’attesa che freme
ora per ora il mio ghiaccio mi affoga
sabato festa domenica morte
immobilizzato sei tu la mia sorte
immobilizzato non gridare forte
rimpatriato sei tu la consorte
raggio rame rara rada raro raggio rame rara rada raro
graffiami
graffiami
graffiami
graffiami